Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

UNDP e multinazionale in Giordania scaricano G4S

BDS Jordan - il gruppo di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni in Giordania - ha annunciato che il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) e la filiale in Giordania di una società multinazionale - che ha chiesto di rimanere anonima - non rinnoveranno i loro contratti con G4S.

La multinazionale britannica G4S è la più grande compagnia di sicurezza del mondo e vanta una lunga storia di coinvolgimento in violazioni dei diritti umani in tutto il mondo.

G4S è coinvolta nella gestione dell'Accademia di polizia israeliana a Gerusalemme e nell’addestramento della polizia israeliana che ha una lunga storia di coinvolgimento in crimini di guerra. Svolge un ruolo centrale nel promuovere l'annessione illegale di Gerusalemme Est occupata da parte di Israele, anche attraverso la sistematica demolizione di case palestinesi e l’espulsione dei palestinesi residenti in città, l’imprigionamento di palestinesi senza processo, con uso della tortura e esecuzioni extragiudiziali.

Il Comitato nazionale palestinese del BDS (BNC) accoglie con favore le decisioni dell'UNDP e della multinazionale di adempiere ai propri obblighi etici e legali scaricando G4S, complice delle gravi violazioni dei diritti dei palestinesi da parte di Israele, e del diritto internazionale attraverso la sua collaborazione con la polizia israeliana.

La campagna di boicottaggio contro G4S continuerà fino a quando non cesserà il suo coinvolgimento nei crimini di guerra israeliani contro il nostro popolo. L'impatto del movimento BDS nel mondo arabo, in particolare in Giordania, sta crescendo in modo significativo, contribuendo alla nostra lotta per la libertà, la giustizia e l'uguaglianza.

UNDP è il quinto organo delle Nazioni Unite in Giordania a recedere - o decidere di non rinnovare - il suo contratto con G4S, dopo UN Women, World Food Program (WFP), UNICEF e UNHCR.

La campagna globale BDS contro G4S è stata lanciata nel 2012, in seguito a un appello del movimento dei prigionieri palestinesi relativo ai contratti di sicurezza di G4S, quindi dalle prigioni israeliane in cui i prigionieri politici palestinesi vengono torturati. All'epoca G4S forniva anche attrezzature e servizi ai posti di blocco, istituiti dall'occupazione israeliana, e agli insediamenti illegali costruiti su terre palestinesi rubate.

Grazie alla pressione del BDS e per via del danno alla sua immagine, G4S ha perso un gran numero di contratti e investimenti a livello globale, di conseguenza, nel 2016 ha venduto l'80% delle sue attività nel mercato israeliano.

Nel 2019, il fondo pensione del governo norvegese ha disinvestito da G4S a causa del rischio di violazioni dei diritti umani contro la sua forza lavoro in Qatar e negli Emirati Arabi Uniti. Anche il fondo pensione danese per docenti universitari, MP Pension, ha disinvestito da G4S nel gennaio 2020.

Il disprezzo della società G4S per il diritto internazionale e il suo coinvolgimento diretto in gravi violazioni contro i palestinesi sono in linea con la sua lunga complicità in gravi violazioni dei diritti umani in tutto il mondo, in particolare contro popolazioni indigene, immigrati e persone di colore.

La gestione delle carceri private da parte di G4S in numerosi paesi è stata spesso criticata. Un rapporto del governo appena rilasciato sulle condizioni presso il Centro di detenzione di Mangaung in Sudafrica afferma che, sotto la gestione di G4S e di una società sudafricana nel 2013, dei detenuti sono stati aggrediti dal personale, dei farmaci sono stati iniettati loro di forza e sono stati rinchiusi in celle senza servizi igienici, illuminazione, finestre né ventilazione.

Il governo britannico ha disdetto un contratto di gestione di una prigione privata con G4S nel 2019 dopo aver scoperto che la prigione era violenta e che vi circolava molta droga. Uno studio recente ha rilevato che le carceri private nel Regno Unito, alcune delle quali gestite da G4S, sono più violente delle prigioni pubbliche.

Un rapporto investigativo del 2019 di USA Today ha mostrato che i dipendenti statunitensi di G4S hanno una storia di atti di violenza, tra cui stupro, omicidio e aggressione aggravata.
 


Fonte BNC
Traduzione di BDS Italia
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente