Ahmad Saadat

Assemblea soci Acea: La lunga giornata dell’acqua. La determinazione di difendere i diritti

Incontro dei movimenti dell'acqua da Lazio, Campania e Toscana sotto la sede della società. Consegnata lettera agli azionisti.

La giornata del 23 aprile è iniziata con un volantinaggio degli attivisti di Diritto alla Città all’assemblea dei soci dell’Acea, consegnando agli azionisti una lettera per denunciare l'espansione della multi-utility nel Centro-Sud Italia, una gigantesca opera di fusione, che altro non è che una "vecchia" privatizzazione con un nome nuovo. La lettera ricordava inoltre che i dividendi promessi per quest'anno si nutrono dell’acqua che viene sottratta ai cittadini.

Nono anniversario del rapimento del compagno Ahmad Sa'adat e dell'attacco alla prigione di Gerico

Sabato 14 marzo ricorre il nono anniversario dell'attacco delle forze di occupazione sioniste alla prigione di Gerico dell'Autorità palestinese e dell'arresto del segretario generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, il compagno Ahmad Sa'adat, dei compagni Ahed Abu Ghoulmeh, Majdi Rimawi, Hamdi Qur'an, Basil al-Asmar e del generale Fuad Shobaki.

In questa data, nel 2006, le bande sioniste hanno invaso la prigione di Gerico e rapito il compagno Ahmad Sa'adat e i suoi compagni, commettendo un orrendo crimine davanti agli occhi del mondo con il coinvolgimento della Gran Bretagna e degli Stati Uniti nonché la complicità dei palestinesi dell'ANP e delle sue forze di sicurezza asservite, che non hanno intrapreso nessuna azione durante l'assalto alla prigione che avrebbero dovuto difendere.

LIBERTÀ IMMEDIATA PER GEORGES IBRAHIM ABDALLAH

MANIFESTAZIONE di PROTESTA - MERCOLEDÌ 25 FEBBRAIO 2015

DAVANTI ALL’AMBASCIATA FRANCESE ad ATENE
(angolo via Vas. Sofias e via Akademias)

Il rivoluzionario comunista Georges Ibrahim Abdallah ha iniziato il suo 31° anno di detenzione nelle prigioni francesi. Ogni domanda presentata finora per ottenere la libertà condizionale è stata respinta dai tribunali, adducendo ragioni varie, su pressione continuamente esercitata nei confronti dei governi francesi dal Dipartimento di Stato americano e dalla lobby sionista. Lo Stato francese, nel ruolo di protettorato, attua un sistema d’esclusione contro un militante liberabile dal 1999.

Anche i Vermi di Rouge a sostegno dei prigionieri palestinesi e delle loro lotte!

Oltre settemila palestinesi oggi sono prigionieri nelle carceri israeliane, diverse centinaia sono minorenni, molte le donne e gli anziani. “Nessuno” si scandalizza. Il numero di arresti nel 2014 è aumentato del 36% rispetto al 2013 e del 43,7% rispetto al 2012.

Sono centinaia i palestinesi in detenzione amministrativa, una legge emanata nel 1945 e che oggi rappresenta una pratica dichiarata comunemente illegale, come molte altre che Israele conduce impunemente senza che nessuno si scandalizzi o se ne indigni protestando. Chiunque venga sottomesso a tale trattamento (1046 palestinesi nel 2014) ed i loro familiari sono costretti a vivere ingiustamente nell'incertezza: non conoscono né il motivo né la durata della pena. Si vedranno quindi privati della libertà per un tempo indeterminato per una scelta autoritaria di Israele celata dal pretesto della sicurezza.

Pagine

Subscribe to RSS - Ahmad Saadat

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente