Al Fatah

Barakat: Gli accordi di Oslo sono stati la dichiarazione di bancarotta e fallimento della borghesia palestinese

“Coloro che sono stati coinvolti nella firma dell’accordo di Oslo dopo le dimissioni dalle loro posizioni nella Organizzazione per la Liberazione della Palestina e le istituzioni ufficiali palestinesi, devono chiedere scusa al popolo palestinese e comparire davanti a un tribunale palestinese sotto il controllo popolare”, ha dichiarato Khaled Barakat, coordinatore della Campign a Free Ahmad Sa’adat, in una videoconferenza con i sostenitori della causa palestinese.

“Tuttavia, non hanno il coraggio o la coscienza – perché non rappresentano il popolo palestinese. Perché sono la rappresentanza politica di una classe, è non solo una organizzazione individuale”, ha detto Barakat. “Oslo è stato un crimine, uno scandalo e un disastro. Ciò che è stato firmato alla Casa Bianca 22 anni fa come la “Declaration of Principles” era, in sostanza, la dichiarazione della borghesia palestinese del loro fallimento e il fallimento nella direzione della rivoluzione del popolo palestinese per la liberazione, il ritorno, l’auto-determinazione e la vittoria.”

Abu Ahmad Fuad: Il FPLP non parteciperà ad alcun governo che riconosca Israele

Il compagno Abu Ahmad Fuad, vice segretario generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, è intervenuto ad un evento presso la sede del FPLP a Rukn al-Din a Damasco, tra i dirigenti del Fronte.

Ha parlato degli ultimi sviluppi in Palestina, del mondo arabo e della regione. "Il Fronte ha escluso la formazione di un governo di unità nazionale con l'Autorità palestinese; Abu Mazen vuole un governo da formare sotto gli auspici del programma di Oslo, cosa inaccettabile", ha dichiarato Fuad. "Hamas non sarà coinvolto in questo governo, ma sta portando avanti il ​​proprio monopolio nella Striscia di Gaza per interessi personali".

Cinque ragioni per cui il 2014 è stato un anno di svolta in Palestina

In termini di perdite di vite umane, il 2014 è stato un anno terribile per i palestinesi, avendo superato gli orrori sia del 2008 che del 2009, quando una guerra israeliana contro la Striscia di Gaza ha ucciso e ferito migliaia [di palestinesi].

Mentre alcuni aspetti del conflitto sono bloccati tra un'Autorità Nazionale Palestinese (ANP) corrotta e inefficiente e il comportamento criminale delle guerre e dell'occupazione israeliane, bisogna essere onesti e sostenere che il 2014 è stato anche un anno di svolta a un certo livello, e che non si tratta solo di cattive notizie.

Terza Intifada, l'appello di Barghouti: "È l'ora della resistenza armata". Sui social network appelli a investire i coloni

“È arrivato il momento della resistenza armata”. Marwan Barghouti – secondo quanto riferisce il canale televisivo israeliano I24News - si appella ai palestinesi, dal carcere israeliano dove sta scontando cinque ergastoli, per chiedergli di trasformare gli attuali singoli episodi di rivolta in una sollevazione popolare armata. Vale a dire la terza Intifada, dopo quelle del 1987 e del 2000. Barghouti, 55 anni, è l’ex capo dei Tanzim di Al Fatah, che durante la seconda Intifada misero a segno alcuni degli attacchi più sanguinosi.

Barghouti invoca la terza Intifada. In una lettera all’Autorità nazionale palestinese (Anp), Barghouti afferma che "la resistenza armata contro l'occupazione è l' eredità di Yasser Arafat", di cui proprio oggi si celebra il decimo anniversario della morte. Barghouti polemizza con i dirigenti dell'Anp: "Cessino la cooperazione di sicurezza con Israele perché rafforza l' occupazione israeliana".

Pagine

Subscribe to RSS - Al Fatah

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente