Autorità Nazionale Palestinese

Ricostruire l'OLP: un appello urgente per unire tutti i palestinesi

I palestinesi in tutto il mondo devono mobilitarsi insieme
per una nuova generazione di lotta

E’ stato appena rilasciato pubblicamente un appello nazionale sulla stampa palestinese e agenzie di stampa, dove si invitano i palestinesi in tutto il mondo a partecipare alla registrazione dell’unità civile per le elezioni del Consiglio Nazionale Palestinese. Questa iniziativa ha lo scopo di recuperare un'istituzione nazionale palestinese, l'Organizzazione per la Liberazione della Palestina. L'invito e la sua pubblicazione sono un evento importante per il popolo palestinese per una serie di motivi.

La PA è un protettorato israeliano?

Come quasi sempre, il comportamento dell'Autorità Palestinese (PA) è visibilmente patetico. Purtroppo, non vi è altro modo per definirlo.

Secondo notizie recenti, Israele ha cercato di ottenere un prestito  del Fondo monetario internazionale (FMI) per conto della PA. Tuttavia, l'organismo mondiale ha respinto la richiesta israeliana, sostenendo che non vuole creare un precedente di uno stato che prende finanziamenti per organizzazioni non statali.

I palestinesi di fronte alla rivoluzione siriana

L’analista palestinese Majid Kiyali prende in esame la complessa e difficile situazione delle diverse fazioni palestinesi di fronte alla rivolta siriana, e le differenti posizioni politiche da esse adottate

Sin dall’inizio sono state riscontrate difficoltà nell’individuare una posizione palestinese riguardo alla rivoluzione siriana – e si intende qui la collocazione dal punto di vista politico, ed in minor misura morale, senza emettere alcun giudizio sulla loro partecipazione alle varie attività concrete della sollevazione popolare.

Lo scoppio della rivoluzione popolare in Siria ha rappresentato per le fazioni politiche palestinesi una certa sorpresa, come anche per tutti i profughi palestinesi che vivono in mezzo al popolo siriano da più di sessant’anni.

Arafat assassinato con veleno radioattivo

Tracce di plutonio rinvenute sugli abiti e lo spazzolino del leader palestinese ucciso nel 2004. Una notizia che conferma tante denunce messe sotto silenzio dalla “comunità internazionale”. L'inchiesta condotta da Amnon Kapeliouk un anno dopo la morte di Abu Ammar.

Tracce di plutonio radioattivo, in quantità elevate ed anomale, sono state ritrovate sugli abiti indossati da Yasser Arafat e suoi suoi effetti personali, utilizzati negli ultimi giorni di vita dell'ex leader palestinese. E' quanto emerge dalle conclusioni delle accurate analisi di laboratorio effettuate in Svizzera, secondo quanto riferisce oggi l'emittente panaraba al Jazeera. Arafat morì l'11 novembre 2004 in un ospedale militare di Percy, alla periferia di Parigi.

Le analisi sono state compiute su campioni biologici prelevati, in particolare, sulla kefia e sullo spazzolino da denti di Arafat, che erano stati riconsegnati alla vedova del leader palestinese dalla dirigenza dell'ospedale di Percy. "La conclusione è che abbiamo trovato un livello significativo di plutonio in questi campioni", ha detto il direttore dell'Istituto di Radio-Fisica di Losanna, François Bochud.

Pagine

Subscribe to RSS - Autorità Nazionale Palestinese

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente