Campagna BDS
Linee guida per il PACBI ed il BDS
Appello PACBI
Appello BDS

Boicottaggio accademico e culturale

L’accordo antisemita del secolo

Trump sta cercando di equiparare ogni difesa del popolo palestinese all’ antisemitismo, ma l’ondata che si oppone al colonialismo sionista è cresciuta nonostante tali politiche repressive.

Fin dalla sua nascita, alla fine del XIX° secolo, il movimento sionista ha cercato di trasformare la natura dell’identità ebraica europea e i rapporti tra gli ebrei e il moderno antisemitismo.

Campagna "PROCESSIAMO IL SIONISMO"

Appello per una mobilitazione contro il sionismo e in solidarietà ai compagni colpiti dalla repressione
A tutte/i le/i compagne/i, a tutto il movimento di solidarietà alla Resistenza palestinese, a tutte le realtà di lotta

“PROCESSIAMO IL SIONISMO”
NON SIAMO ANTISEMITI, SIAMO ANTISIONISTI!

Come sostenitori della Resistenza del popolo palestinese da moltissimi anni il 25 Aprile organizziamo un presidio in Piazza San Babila per contestare la presenza delle bandiere sioniste all’interno del corteo antifascista. Un’iniziativa che è cresciuta anno dopo anno e che i sionisti non sono mai riusciti a fermare nonostante le abituali minacce trite e ritrite, accompagnate dalle consuete accuse di antisemitismo. Come al solito supportati in questo da partiti borghesi come il PD e dai giornali nazionali sia di “sinistra” sia destra.

20 aspetti salienti dell'impatto del BDS nel 2019

Grazie al vostro supporto, il nostro movimento BDS per la libertà, la giustizia e l'uguaglianza ha continuato a crescere in dimensione e impatto nel 2019

L'amministrazione Trump e il governo Boris Johnson, entrambe anti-palestinesi, sono più che mai impegnati direttamente nella disperata guerra di repressione israeliana contro la difesa dei diritti dei palestinesi e in particolare il movimento BDS. Grazie al tuo supporto, il nostro movimento BDS per la libertà, la giustizia e l'uguaglianza ha continuato a crescere in dimensione e impatto nel 2019

Boris Johnson segue l'esempio di Margareth Thatcher con il suo piano, di stampo maccartista, che mira a vietare ai consigli comunali di boicottare e disinvestire dall'apartheid israeliano

Nel 1988, M. Thatcher, vietò ai consigli comunali di boicottare il Sudafrica per denunciare il suo sistema di apartheid. Oggi B. Johnson vuole vietare loro di boicottare l'apartheid israeliano. Era sbagliato allora, è sbagliato ora.

Nel 1988, Margareth Thatcher, allora primo ministro del Regno Unito, vietò il boicottaggio e il disinvestimento messi in atto dai consigli comunali per combattere l'apartheid in Sudafrica. Oggi, Boris Johnson ha l'intenzione di vietare il boicottaggio e il disinvestimento messi in atto dai consigli comunali per denunciare l’apartheid israeliano. I sostenitori dei diritti umani e della libertà di espressione dovrebbero opporsi a questa repressione maccartista del nostro pacifico movimento anti-razzista, il BDS.

Pagine

Subscribe to RSS - Boicottaggio accademico e culturale

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente