Checkpoint

L'allucinazione economica palestinese

L'economia palestinese rimane ostaggio dell'occupazione militare. Eppure i media stranieri di recente presentano la Cisgiordania «in forte crescita»

Roma 16 giugno 2012

Quale miglior modo di riflettere se non quello di paragonare immaginazione e realtà, soprattutto quando la questione è l'economia palestinese? Ai principianti chiedo: "Abbiamo un'economia, reale o immaginaria?". Per lungo tempo, in molti hanno semplicemente nascosto la questione sotto il tappeto dell'occupazione militare israeliana, rispondendo di no. Come potremmo averla, se ogni aspetto delle nostre vite è gestito dal governo israeliano? Ma una simile istintiva risposta non ha avuto più senso dopo gli accordi di Oslo e la creazione dell'Autorità Palestinese. Da quel momento in poi, la realtà economica sotto occupazione è stata condita con pesanti dosi di auto-immagini artificiali.

Palestina: la sottostimata sinistra studentesca

Il mese scorso, gli studenti delle università della West Bank occupata da Israele hanno espresso il loro voto per gli organi studenteschi.


Palestinian students celebrate during their graduation ceremony at Birzeit University
near the West Bank city of Ramallah, as some 3000 students received their degrees
at the end of the academic year on 19 May 2012. (Photo: AFP - Abbas Momani)

A differenza delle elezioni equivalenti presso le università di tutto il mondo, le elezioni studentesche palestinesi sono state a lungo oggetto di attenzione nazionale. In particolare l'Università Birzeit, che si trova nella città di Birzeit fuori Ramallah, è vista come un precursore degli sviluppi nell'ambito più ampio della scena politica palestinese. Nonostante un altro anno di marginalità elettorale, gli studenti di sinistra della Birzeit sono fiduciosi per il futuro.

La violenza strutturale dell’IDF: la politica del pestaggio

La sola eccessiva stupidità di cui il vice comandante di brigata, colonnello Shalom Eisner, può essere accusato è di aver colpito un giovane biondino di fronte alla telecamera. Altri comandanti e i loro subordinati impareranno la lezione. Cercheranno ogni telecamera sovversiva prima di fare quello che non è un fatto eccezionale nel Selvaggio Oriente.

Picchieranno palestinesi, soprattutto, così come attivisti anti-occupazione, con i calci del fucili, con gli stivali o semplicemente con i pugni. I soldati che picchiano i palestinesi generalmente non vengono filmati e i pochi report che esistono sono facilmente respinti come bugie o propaganda, dimenticati immediatamente o direttamente non letti.

BDS: dibattito sulla normalizzazione e il boicottaggio parziale

Due delle più importanti questioni che sorgono nel movimento di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS), in particolare nei paesi occidentali, sono (A) se i palestinesi dovrebbero lavorare con gli israeliani, piuttosto che boicottarli, e (B) se i sostenitori del BDS dovrebbero pienamente boicottare Israele, o boicottare solo le imprese coinvolte nella occupazione israeliana e nella costruzione degli insediamenti coloniali. Ci auguriamo che la discussione di seguito riportata aiuti a far luce su entrambe le questioni.
 

Co-resistenza vs Co-esistenza

Nel corso degli anni, nella Campagna Palestinese per il Boicottaggio Accademico e Culturale di Israele (PACBI), abbiamo sempre sottolineato la nostra posizione sulla normalizzazione nel tentativo di guadagnare nuovi alleati e di chiarire ai nostri partner la premessa sugli scambi tra palestinesi e israeliani.

Pagine

Subscribe to RSS - Checkpoint

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente