G4S

BDS compie 7 anni! Celebrazioni, riflessioni e ulteriori integrazioni

Palestina Occupata, 9 luglio 2012

Sette anni dopo l'appello della società civile palestinese al boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS) contro Israele, la campagna globale BDS è diventata più forte, più diffusa, più efficace e certamente più varia che mai - un giusto motivo per la celebrazione da parte di tutti quei gruppi e cittadini di coscienza del mondo che hanno contribuito a questo successo. Tuttavia, l'intensificazione da parte di Istraele delle violazioni del diritto internazionale e dei diritti dei palestinesi, la minaccia diretta che Israele rappresenta per la libertà dei popoli in tutta la regione, e l'impunità di cui Israele gode tuttora sono motivo di riflessione e di un continuo raffinamento delle nostre strategie per diffondere ulteriormente il BDS e relegare Israele a paria del mondo, proprio com'era il Sud Africa sotto l'apartheid.

Grazie al movimento BDS, la lotta per i diritti fondamentali di tutto il popolo palestinese ha fatto un grande balzo in questi ultimi sette anni, raggiungendo un vasto pubblico e ottenendo risultati concreti nei principali paesi europei, Sud Africa, America Latina, India, mondo Arabo, Australia, Nuova Zelanda e anche Nord America. Sulla scia di un simile resoconto pubblicato per celebrare i cinque anni del BDS, il Comitato Nazionale Palestinese BDS (BNC), l'ampia coalizione della società civile palestinese, ha messo insieme la seguente selezione di punti salienti che danno un assaggio della spettacolare crescita del BDS nel corso degli ultimi due anni.

Azione contro i servizi forniti dalla G4S alle carceri israeliane

In occasione della Giornata dei Prigionieri Palestinesi, la società civile palestinese
e le organizzazioni dei Diritti Umani lanciano l'appello per un’azione
contro i servizi forniti dalla
G4S alle carceri israeliane

17 APRILE 2012

Dichiarazione congiunta

Oggi, giornata dei prigionieri palestinesi, noi, sottoscritti, appartenenti alla società civile palestinese e alle organizzazioni dei diritti umani, salutiamo tutti i prigionieri politici palestinesi, in particolare quelli impegnati nella coraggiosa disobbedienza civile attraverso scioperi della fame in corso, in segno di protesta per le continue violazioni dei diritti umani e del diritto internazionale. Sottolineando il carcere come una componente essenziale del sistema di occupazione israeliano, colonialista e di apartheid praticato contro il popolo palestinese, chiediamo di intensificare la campagna globale per il Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS)  per colpire le aziende che traggono profitto direttamente dal sistema carcerario israeliano. In particolare, chiediamo di intraprendere azioni rivolte alla G4S, la più grande società internazionale di sicurezza del mondo, che aiuta a mantenere e trarre profitto dal sistema carcerario israeliano [1], per la sua complicità con le violazioni israeliane del diritto internazionale.

Pagine

Subscribe to RSS - G4S

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente