G4S

Danny Glover, Ms Lauryn Hill e altri nel video sulla solidarietà tra afroamericani e palestinesi

Nuovo video con artisti e attivisti neri e palestinesi, tra cui  Ms. Lauryn Hill, Cornel West, Alice Walker e Danny Glover, mette in evidenza la connessione tra le lotte delle due comunità.

Più di 60 grandi artisti e attivisti neri e palestinesi sono ripresi in un nuovo video che mette in evidenza le sfide che le due comunità stanno affrontando, tra cui quelle contro la polizia militarizzata e l'industria carceraria. Il  video ha come protagonisti Ms Lauryn Hill, Danny Glover, Cornel West, Angela Davis, Alice Walker, Zaffiro, LisaGay Hamilton, i Baha Men, Ahmad Abuznaid co-fondatore dei Dream Defenders, Yousef Erakat (fouseyTUBE) e altri che alzano cartelli tipo "Gaza sta con Ferguson" e "Mi hanno soffocato in video. Ho detto che non riuscivo a respirare", riferendosi all'omicidio di Eric Garner avvenuto nel luglio 2014.

Solidarietà con la resistenza popolare palestinese! Boicotta Israele ora!

Qualora continui da parte di Israele l'attuale fase di intensificata repressione e la resistenza popolare palestinese si evolva in una intifada a pieno titolo o no, una cosa è già evidente, una nuova generazione di palestinesi sta marciando sulle orme di generazioni precedenti e si mobilita in massa contro il brutale regime israeliano di occupazione, contro il colonialismo e contro il decennale sistema di apartheid.

I governi del mondo, soprattutto in Occidente, definiscono  "ciclo di violenze" il conflitto, dove entrambe le parti sono colpevoli, e ignorano così la causa principale consistente in un conflitto coloniale, complici nel permettere a Israele di mantenerlo e di violare impunemente il diritto internazionale. Quasi tutti i palestinesi oggi chiedono un boicottaggio completo di Israele e il suo isolamento a livello internazionale, in tutti i campi, come è successo per il Sud Africa dell’Apartheid.

L'ONU è oggetto di contestazioni a causa dei suoi contratti con la G4S

Più di 200 sindacati e movimenti da 23 paesi hanno chiesto alle Nazioni Unite di annullare i contratti con G4S, a causa della partecipazione della società di sicurezza in violazioni dei diritti umani contro i palestinesi. La richiesta arriva in un momento in cui Israele ha intensificato la sua pressione sui prigionieri in sciopero della fame, alcuni dei quali sono detenuti nelle prigioni gestite da G4S.

G4S è una società privata britannica di sicurezza che agisce come un appaltatore per il regime di apartheid israeliano, fornendo servizi ed attrezzature per le forze di polizia e servizi penitenziari, così come per posti di blocco militari e per gli insediamenti nella Cisgiordania occupata.

220 organizzazioni rinnovano l'appello palestinese all’ONU: Interrompa i contratti con G4S

Nel mese di aprile 2015, varie organizzazioni palestinesi per i diritti umani hanno scritto una lettera al Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon per esortare le Nazioni Unite a interrompere i contratti con la società di sicurezza internazionale G4S a causa della sua complicità nel sistema carcerario e nelle violazioni dei diritti umani da parte dell'occupazione israeliana nonché della sua storia di gravi violazioni dei diritti umani in tutto il mondo.

Cinque mesi dopo, l'Onu non ha ancora risposto alla lettera. Oggi, alle organizzazioni palestinesi per i diritti umani si uniscono oltre 220 gruppi di solidarietà, sindacati, organizzazioni per i diritti umani e gruppi di solidarietà ai migranti di tutto il mondo per rinnovare l'appello e per sollecitare le Nazioni Unite ad annullare il suo contratto con G4S a causa del suo ruolo negli abusi dei diritti umani in Palestina e in altre parti del mondo.

Pagine

Subscribe to RSS - G4S

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente