Genocidio

Il catalogo sulla Nakba ora disponibile anche in lingua italiana

Il catalogo dell’omonima mostra sull’espulsione dei palestinesi ad opera dello stato sionista di Israele ora è anche disponibile in lingua italiana. Il catalogo sulla Nakba per così dire è un documento di accompagnamento contenente informazioni storiche e politiche importanti sulla storia tragica dell’espulsione del popolo palestinese dalla sua terra e dopo la fondazione dello stato ebraico sionista di Israele nel maggio del 1948.

A dare vita alla mostra e al catalogo è stata l’associazione tedesca Flüchtlingskinder im Libanon e.V. che da anni si occupa di profughi palestinesi in Libano. Seguendo questo link trovate la versione tedesca, inglese e francese del catalogo. L’associazione per la comunicazione interculturale e interreligiosa e i diritti umani ProMosaik e.V. ha deciso di tradurre il catalogo della mostra in lingua italiana.

Le manovre del governo israeliano e il silenzio sulla Palestina

COMUNICATO STAMPA ISM-Italia
Una tappa ulteriore della pulizia etnica della Palestina

È passato oltre un anno dalla fine dell'operazione Margine Protettivo e sulla ricostruzione della Striscia di Gaza è sceso il silenzio. Il generale al Sisi ha terminato il lavoro di distruzione dei tunnel e di centinaia di case nella città di Rafah egiziana al confine con la Striscia, un contributo all'obiettivo occidentale e israeliano di smilitarizzare la Striscia e riportarla completamente sotto il controllo israeliano e dei collaborazionisti dell'ANP. Il discorso di Abu Mazen all’Assemblea Generale dell’ONU il 30 settembre, è stato un elenco puntuale dei crimini israeliani (si è solo dimenticato di citare l'operazione Piombo Fuso, l'operazione Margine Protettivo e le altre), ma non ne è seguita nessuna decisione operativa, per l'incapacità di uscire dai limiti imposti dagli accordi di Oslo, dopo esserne stati gli artefici e i beneficiari. Il discorso è stato definito non “una bomba” ma “un petardo bagnato”.

Expo, Israele? No, grazie!

In occasione dell'arrivo in Italia di Abu Mazen, presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, come Fronte Palestina stiamo organizzando una manifestazione di protesta e proposta. Questa visita sarà occasione per celebrare Expo 2015, vera e propria vetrina delle multinazionali che depredano e affamano i popoli.

A differenza di eventi simili, come l'Olimpiade a Londra o l'Expo a Shangai, nell'accordo sindacale italiano è stato codificato il lavoro gratuito (volontario) di 18500 giovani. È la prima volta nella storia del diritto del lavoro - almeno quello italiano - che viene prevista questa figura di lavoratore volontario disponibile a sposare i valori “etici” dell'Expo, in questo caso “Nutrire il pianeta” (ricordando che a tale scopo Expo collabora con Coca Cola, Nestlé, Starbucks e McDonalds).

Il BDS ottiene una nuova vittoria, Veolia liquida tutte le attività israeliane

Comunicato del Comitato Nazionale Palestinese per il BDS

  • La campagna del BDS è costata a Veolia miliardi di dollari per contratti persi
  • La vendita della partecipazione nella metropolitana leggera di Gerusalemme significa che Veolia ha del tutto abbandonato il mercato israeliano

Palestina occupata – Il movimento Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) ed i suoi partner mondiali festeggiano il ritiro della grande azienda francese Veolia dalla Metropolitana leggera di Gerusalemme (JLR), un sistema illegale di trasporto costruito per agevolare la crescita e l’espansione delle colonie israeliane sul territorio occupato della Palestina.

Pagine

Subscribe to RSS - Genocidio

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente