Georges Ibrahim Abdallah

Il FPLP chiede un'ampia partecipazione alle giornate di azione per la liberazione di Ahmad Sa'adat e Georges Abdallah

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina invita tutti a partecipare alle attività e alle campagne lanciate per sostenere i prigionieri palestinesi nelle carceri dell'occupazione e per chiederne la liberazione. Diversi eventi, organizzati dal movimento dei prigionieri palestinesi, e la campagna per liberare Ahmad Sa'adat saranno organizzate in Palestina e in tutto il mondo nella settimana tra il 17 e il 25 Ottobre, chiedendo la libertà per i prigionieri palestinesi e concentrandosi in particolar modo sul caso del Segretario Generale Ahmad Sa'adat, cui vengono negate le visite dei familiari da parte delle forze di occupazione, e sul caso del combattente arabo Georges Ibrahim Abdallah, imprigionato nelle carceri francesi da più di 30 anni.

Il Fronte ha elogiato Sa'adat per la sua lotta contro la negazione delle visite familiari, per cui si è rifiutato di firmare l'ordine, e ha sottolineato come il leader stia progettando di lanciare uno sciopero della fame se le autorità carcerarie non annulleranno il divieto alle visite dei familiari e la privazione a centinaia e migliaia di prigionieri dei loro più elementari diritti umani. Il FPLP esortato tutti ad organizzare azioni e ad aumentare l'impegno nella lotta al fianco di Sa'adat, dei suoi compagni prigionieri politici palestinesi e dei loro diritti, in particolare il diritto fondamentale alle visite dei familiari.

Campagna Nazionale del Fronte Palestina: SOSTEGNO ALLE LOTTE DEI PRIGIONIERI PALESTINESI

Dal 7 luglio e per 51 giorni i palestinesi hanno subito una nuova aggressione genocida alla quale hanno risposto con una forte unità tra tutte le componenti della Resistenza, riuscendo a conquistare un nuovo rapporto di forza con l'occupante. Da Gaza alla Cisgiordania, fino ai Territori del '48, il popolo palestinese e la sua Resistenza hanno saputo rispondere con eroica determinazione. Parallelamente ai bombardamenti, però, l'occupante sionista ha avviato una campagna repressiva durissima, specialmente in Cisgiordania, che ha fatto lievitare in poche settimane il numero dei prigionieri e delle prigioniere palestinesi da 5000 a 7000, centinaia dei quali in regime di "detenzione amministrativa".

All'indomani della “tregua” la campagna repressiva sionista è addirittura aumentata, basti pensare che solo nel mese di agosto sono stati 427 i palestinesi fermati e gli arresti si susseguono di giorno in giorno, colpendo in particolare i membri del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (Fplp). I prigionieri e le prigioniere sono regolarmente sottoposti a tortura, come ha dimostrato la recente morte del prigioniero politico Ryad Al-Jaàbari nel carcere di Eshel, le visite dei familiari e degli avvocati vengono proibite o fortemente limitate, non c'è assistenza medica.

LIBERTÀ PER IL COMPAGNO GEORGES IBRAHIM ABDALLAH

LIBERTÀ AL COMPAGNO GEORGES IBRAHIM ABDALLAH
PRIGIONIERO POLITICO PALESTINO-LIBANESE DETENUTO DA 30 ANNI IN FRANCIA

Georges Ibrahim Abdallah, comunista libanese arrestato in Francia nel 1984, continua a scontare la sua pena, sebbene, per il diritto francese, sarebbe liberabile dal 1999. E’ palese che le decisioni prese dalla giustizia francese sono di natura esclusivamente politica, determinate dalla fiera rivendicazione della propria militanza antimperialista e comunista che Georges ha sempre fatto, continuando a sostenere, anche dopo decenni di carcere, la causa della liberazione dei popoli. Per questo come Fronte Palestina esprimiamo il nostro sostegno al compagno ed esigiamo il suo rilascio immediato.

Georges Ibrahim Abdallah, prigioniero politico

Era l’ottobre del 1984, quando a Lione la polizia francese arrestava Georges Ibrahim Abdallah con l’accusa di concorso negli omicidi avvenuti a Parigi tra il gennaio e l’aprile del 1982 del diplomatico israeliano Ya’acov Bar Simantov e del colonnello USA Charles Robert Ray, segnando l’inizio di una lunga detenzione la cui legittimità è ancora oggi assolutamente controversa.

BEIRUT, 18 Gennaio 2013

L’ATTIVITÀ POLITICA – Militante comunista in varie formazioni politiche della sinistra libanese, Georges Ibrahim Abdallah, con lo scoppio della guerra civile e la successiva invasione israeliana del Sud del Libano, si impegna attivamente nelle operazioni di resistenza prima col Fronte Popolare per la Liberazione della Palesina, poi, dal 1979, con le neonate Frazioni Armate Rivoluzionarie Libanesi (FARL), formazione rivoluzionaria antisionista ed antimperialista, che nel 1982 rivendicherà gli omicidi dei due diplomatici di cui sopra.

Pagine

Subscribe to RSS - Georges Ibrahim Abdallah

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente