Ghassan Kanafani

Report del secondo convegno "Dalla Solidarietà alla Lotta Internazionalista - A fianco della Resistenza Palestinese"

Lo scorso 7 settembre si è tenuto a Firenze il secondo convegno nazionale "dalla Solidarietà alla Lotta Internazionalista – al fianco della Resistenza Palestinese" che ha visto la partecipazione di molte realtà solidali con la causa palestinese provenienti da diverse città.

Dopo l’apertura con i saluti ed i ringraziamenti, l’incontro è iniziato con un collegamento via skype con il compagno Himad del FPLP a Gaza.

Partendo dall’affermazione che la Palestina resta il punto centrale per i movimenti antimperialisti ed antisionisti di tutta la sinistra nel mondo, così come la lotta contro Israele e contro l’imperialismo internazionale ed i suoi accordi, il compagno chiede un sostegno politico alla lotta di liberazione palestinese e non un semplice sostegno umanitario. Oltre a ringraziare tutte le delegazioni che durante quest’anno hanno fatto visita a Gaza, sottolinea l’importanza del rapporto con la sinistra che sostiene la lotta del Popolo Palestinese.

Report: riunione nazionale del Coordinamento Freedom Flotilla Italia

Nonostante le enormi difficoltà, la sinistra palestinese sta sviluppando una mole impressionante di lavoro politico, collocandosi come la più coerente alternativa alla liquidazione della resistenza, all’arretramento sociale e culturale ed alla subordinazione agli interessi dell’imperialismo e del colonialismo.

Firenze, 17.2.2013

Il Coordinamento Freedom Flotilla Italia si è riunito domenica 17 febbraio 2013 a Firenze, nella sede del centro sociale “Camilo Cienfuegos” di Campi Bisenzio. La prima parte della riunione è stata dedicata alla valutazione della delegazione che si è recata nella Striscia di Gaza a dicembre-gennaio e ad un approfondimento sulla situazione palestinese e sulla resistenza. La delegazione ha incontrato numerose realtà sociali della Striscia di Gaza ed ha avuto molti scambi di vedute con  il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina e con le sue organizzazioni.

I palestinesi lanciano un appello per il boicottaggio dei diamanti israeliani

COMUNICATO STAMPA

Più di 50 organizzazioni palestinesi, che rappresentano uno spaccato della società civile palestinese, tra cui gruppi di donne e organizzazioni sindacali, e organizzazioni internazionali di solidarietà con la lotta palestinese per l'uguaglianza, la giustizia e la fine dell'occupazione israeliana della Palestina, hanno lanciato un appello alle donne e agli uomini di coscienza e ai gioiellieri di tutto il mondo perché rifiutino diamanti lavorati in Israele.

Samir Abed-Rabbo, uno dei coordinatori della campagna per il boicottaggio mondiale dei diamanti israeliani, ha dichiarato: "Le entrate dell'industria dei diamanti di Israele sono una delle principali fonti di finanziamento per l'esercito israeliano, che è accusato di crimini di guerra da parte del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, di Amnesty International e di Human Rights Watch. I diamanti lavorati in Israele eludono le restrizioni a difesa dei diritti umani del sistema di certificazione del Kimberley Process, che vieta solo i cosiddetti "diamanti dei conflitti" o diamanti grezzi utilizzati dai gruppi ribelli per finanziare i conflitti contro i governi legittimi".

LA DELEGAZIONE A GAZA: UN BILANCIO POSITIVO E TANTI IMPEGNI PER IL FUTURO

La delegazione della Freedom Flotilla Italia a Gaza è rientrata in Italia nella giornata del 2 gennaio. Possiamo dire con estrema soddisfazione che tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati sono stati raggiunti, a partire dalla consegna all’Union of Health Work Committees (l’ONG palestinese che gestisce, fra l’altro, l’ospedale Al Awda a Jabalya) delle sottoscrizioni e dei medicinali raccolti: in allegato, la lettera di ringraziamento dell’UHWC alle compagne ed ai compagni italiani.

Un’altra donazione è stata consegnata all’associazione che si occupa delle donne prigioniere ed ex prigioniere, fornendo loro assistenza e consulenza legale e psicologica, mentre la nostra compagna Rosa Schiano ha preso in consegna un’ulteriore sottoscrizione destinata a lei ed agli Internazionali presenti a Gaza. Abbiamo avuto incontri con il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, con esponenti della sinistra sindacale palestinese, con il Palestinian Center for Human Rights, con le associazioni dei pescatori e dei contadini e con il movimento delle donne. Abbiamo visitato l’ospedale Al Awda, che alcuni di noi conoscono sin dai giorni successivi all’operazione “Piombo Fuso”, e due centri per bambini dell’associazione “Ghassan Kanafani”.

Pagine

Subscribe to RSS - Ghassan Kanafani

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente