Libano

Al Jazeera, media e geopolitica ai tempi della crisi siriana

In questo lungo e sanguinoso anno, molti esperti di politica internazionale hanno provato ad inquadrare la crisi del regime di Bashar al Assad all’interno della cosiddetta ‘primavera araba’. Ma al di là delle tante possibili definizioni, qual è stato il ruolo di Al Jazeera?

Circa quattro anni fa, il 29 marzo del 2008, Damasco ospitava l’annuale summit della Lega Araba che per la prima volta si teneva nella capitale dello Stato siriano.

Quell’incontro, voluto pe discutere di processo di pace con Israele e di crisi politica libanese, fu boicottato da molti leader arabi e per certi versi oggi potrebbe essere letto come l’inizio della fine del regime siriano.

Il summit fu infatti caratterizzato più dalle defezioni che non dai risultati raggiunti.

Siria: intervista a Talal Khrais

Nel tentativo di comprendere cosa accade in questi giorni in Siria, ho deciso di rivolgere alcune domande al dott. Talal Khrais. Giornalista laico e corrispondente in Italia del libanese As-Safir, responsabile esteri di Centro Italo-Arabo e del Mediterraneo* e relazioni internazionali per la sede sarda di Assadakh.

Talal Khrais ha gentilmente risposto alle mie domande, provando a descrivere da un punto di vista inedito la situazione siriana. Grazie alle attività del suo centro infatti, ma soprattutto grazie alla sua enorme esperienza sul campo, quest'intervista assume un valore particolare.

Il dott. Khrais è infatti stato recentemente in Siria e ci ha potuto descrivere, come pochi altri possono oggi fare, come la situazione sia sul campo.

ISRAELE, LA GRANDE MURAGLIA ARRIVA FINO AL LIBANO

Tra qualche mese avrà inizio la costruzione di un chilometro di muro tra il kibbutz di Matala e il villaggio libanese di Kafr Kila. Presto potrebbe essere esteso lungo buona parte del confine.

Roma, 25 febbraio 2012

Non e’  la Cina del secondo secolo avanti cristo ma Israele. E sta per aggiungere un nuovo mattone alla fortezza che si sta costruendo intorno. La notizia dell’imminente costruzione di un altro muro di separazione, questa volta al confine con il Libano, è stata comunicata giovedì scorso alle autorità libanesi da parte dell’Unifil, il contigente militare dell’Onu dispiegato nelle regione meridionali del Paese dei Cedri. La barriera, che in alcuni punti sarà alta anche undici metri, correrà sulla linea del cessate il fuoco del 2000 inizialmente per un chilometro, tra le pianure di Khiam e la cittadina libanese di al-Addaiseh, passando per l’ex valico di frontiera di Fatima Gate.

Forum della Sinistra - Dichiarazione finale

I compiti della sinistra araba nelle attuali rivoluzioni sociali e i passi per affrontare l’assalto imperialista-israeliano. Il forum della sinistra araba si è riunito, su proposta del Partito Comunista Libanese, in seduta straordinaria per discutere sui compiti della sinistra araba nelle attuali rivoluzioni sociali e i passi per affrontare l’assalto imperialista – israeliano.

L’incontro è avvenuto nelle eccezionali circostanze nella nostra regione dopo il successo delle rivoluzioni tunisina ed egiziana nel rovesciare Zein Al-Abideen Bin Ali e Hosni Mubarak. La discussione si è focalizzata sull’importanza del proseguimento delle due rivoluzioni e sulla risposta ai complotti controrivoluzionari  organizzati dalle forze reazionarie arabe e sostenuti dalle potenze imperialiste, USA e sionisti in testa.

Pagine

Subscribe to RSS - Libano

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente