Marwan Barghouti

Intervista a Marwan Barghouti - Al-Monitor

E’ ora di una mossa coraggiosa USA in Medio Oriente

Marwan Barghouti, uno dei leader di maggior spicco di Fatah nella West Bank e attualmente detenuto in un carcere israeliano, afferma che il momento è giusto perché l’amministrazione USA assuma una decisione coraggiosa per realizzare la pace in Medio Oriente quanto prima possibile.

Barghouti, che ha risposto a domande scritte, ha ammonito che l’alternativa alla soluzione a due stati è un “conflitto persistente che non conosce vie di mezzo. Il leader incarcerato ha detto che Israele non è interessata alla pace, aggiungendo che “nessun metodo di resistenza va abbandonato” fintanto che resti in linea con la legge internazionale.  Barghouti, sollecitando le fazioni palestinesi a riconciliarsi, ha affermato che “il processo di pace ha causato gravi danni a Fatah”. Ha anche criticato la recente Iniziativa di Pace araba guidata dal Qatar come “il punto più basso toccato dagli arabi in termini di un accordo storico con Israele”. Segue la trascrizione dell’intera intervista.

I Palestinesi da Cuba lanciano un appello per i prigionieri

Dichiarazione della Rappresentanza dell’Azione Nazionale di Palestina a Cuba

Solidarietà con i nostri eroi prigionieri in sciopero della fame e richiesta di liberazione per tutti i prigionieri politici e detenuti nelle carceri sioniste israeliane.

L’Avana - Cuba, 22 febbraio 2013

Ai figli del popolo palestinese:
A tutte le forze amiche della Palestina nel mondo:

Da oltre 200 giorni continua lo sciopero della fame dei quattro eroi prigionieri palestinesi Samer Al-Issawi, Jafar Azzedine, Ayman Al Sharawna, e Tarek Kaadan. È lo sciopero più lungo nella storia dell’umanità, e malgrado questi sette mesi continuano e mantengono una fermezza e volontà senza precedenti nel continuare fino alla fine la protesta contro la politica di detenzione amministrativa e i maltrattamenti.

FPLP: Brigate Abu Ali Mustafa

Le Brigate Abu Ali Mustafa (in arabo: كتائب ابو علي مصطفى) sono il braccio armato del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (FPLP). Le Brigate debbono il loro nome ad Abu Ali Mustafa, il leader del FPLP assassinato da Israele nell'agosto del 2001.

Abbiamo incontrato compagni delle Brigate in Palestina ed abbiamo rivolto loro alcune domande che riportiamo di seguito:

Qual è il ruolo della Resistenza in Palestina?

La Resistenza ha due importanti obiettivi: da una parte la difesa del popolo palestinese e della sua terra dalle aggressioni sioniste e nello stesso tempo l’attacco ai responsabili dell’occupazione.

La mappa efficace

La cartina che spiega l'evoluzione della situazione palestinese è ancora presa di mira per dissolverne il significato e ribadire la propaganda israeliana. In realtà, dimostra le ragioni di un popolo che si batte ancora per il proprio destino.

Qualche giorno fa il sito “Il Post” pubblicava un articolo di Giovanni Fontana (“La mappa bugiarda su Israele e Palestina”) che contestava la correttezza politica e storica della famosa mappa della perdita di terra palestinese dal 1946 ad oggi. L’analisi di Fontana è insidiosa perché fa finta di schierarsi con la “verità” e quindi dalla parte delle ragioni dei palestinesi per poi mettere nero su bianco una serie di affermazioni prese pari pari dall’ideologia sionista e contribuire così alla disinformazione e alla confusione riguardo il “conflitto israelo-palestinese”.

Pagine

Subscribe to RSS - Marwan Barghouti

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente