OLP

Organizzazione per la Liberazione della Palestina

Il BDS ottiene una nuova vittoria, Veolia liquida tutte le attività israeliane

Comunicato del Comitato Nazionale Palestinese per il BDS

  • La campagna del BDS è costata a Veolia miliardi di dollari per contratti persi
  • La vendita della partecipazione nella metropolitana leggera di Gerusalemme significa che Veolia ha del tutto abbandonato il mercato israeliano

Palestina occupata – Il movimento Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) ed i suoi partner mondiali festeggiano il ritiro della grande azienda francese Veolia dalla Metropolitana leggera di Gerusalemme (JLR), un sistema illegale di trasporto costruito per agevolare la crescita e l’espansione delle colonie israeliane sul territorio occupato della Palestina.

Abu Ahmad Fuad: Il FPLP non parteciperà ad alcun governo che riconosca Israele

Il compagno Abu Ahmad Fuad, vice segretario generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, è intervenuto ad un evento presso la sede del FPLP a Rukn al-Din a Damasco, tra i dirigenti del Fronte.

Ha parlato degli ultimi sviluppi in Palestina, del mondo arabo e della regione. "Il Fronte ha escluso la formazione di un governo di unità nazionale con l'Autorità palestinese; Abu Mazen vuole un governo da formare sotto gli auspici del programma di Oslo, cosa inaccettabile", ha dichiarato Fuad. "Hamas non sarà coinvolto in questo governo, ma sta portando avanti il ​​proprio monopolio nella Striscia di Gaza per interessi personali".

I palestinesi e il dilemma della solidarietà

"Per quanto molti attivisti siano sinceri nel loro sostegno alla causa, resta la preoccupazione della 'solidarietà turistica' per la quale gli occidentali sono stati particolarmente portati nel corso del XX secolo: sui principi che guidano il supporto alla lotta di liberazione ci dovrebbe essere chiarezza, e nessun compromesso possibile". 

Sin dai primi anni Novanta, dopo il collasso dell’Unione Sovietica e la collaborazione dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) con Stati Uniti e Israele per liquidare la lotta anti-coloniale palestinese attraverso gli Accordi di Oslo, la solidarietà con il popolo palestinese a livello internazionale si è gradualmente ripiegata su se stessa.

La risposta palestinese alla vittoria di Netanyahu: intensificare la campagna BDS

Dobbiamo intensificare la campagna BDS, dichiarare la fine degli accordi di Oslo e della soluzione dei due stati, e impegnarci a favore di uno stato democratico unitario.

Ma guarda un po’! Contro ogni previsione, il capo del Likud Benjamin Netanyahu formerà il prossimo governo israeliano. Il blocco di destra del Likud ha ottenuto la maggioranza. Nella comunità internazionale molti, incluso il governo degli Stati Uniti, speravano che Isaac Herzog, capo dell’Unione Sionista, avrebbe prevalso e sarebbe diventato primo ministro perché lo vedono come il candidato di "pace", convenientemente ignorando il fatto che l’Unione Sionista aveva nel proprio programma il mantenimento dei principali blocchi di insediamenti illegali israeliani.

Pagine

Subscribe to RSS - OLP

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente