Pizzarotti

Come si dice Nakba in ebraico? Riflessioni sulla didattica degli ebrei in Israele circa la Nakba

Come dovrebbe essere trattato il tema del diritto al ritorno dei palestinesi nel sistema educativo israeliano? Come dovrebbe essere affrontato questo discorso, quando la realtà in Israele è che l'argomento è Tabu "noi non ne parliamo"? Come possiamo avviare una conversazione, convincere la gente ad ascoltare e superare le obiezioni?

Le risposte israeliane verso l'idea del diritto al ritorno sono quasi sempre legate con dichiarazioni incendiarie che accrescono i timori degli ebrei israeliani che per un altra volta essi saranno vittime. Essi uniscono il timore di potenziali ritorsioni future con il rifiuto di accettare la responsabilità dell'ingiusto trattamento di Israele nei confronti dei palestinesi, in passato come oggi.

Aggiornamenti sul nuovo treno ad alta velocità (TAV) Tel Aviv-Gerusalemme e il coinvolgimento della Pizzarotti

Lo scorso mese (aprile 2013), il Gruppo di Ricerca Who Profits ha condotto una visita al cantiere del nuovo treno ad alta velocità Tel Aviv-Gerusalemme (A1). Vedi sito di Who Profits per le foto del cantiere

La nuova linea ferroviaria attraversa i Territori palestinesi occupati in due aree (per maggiori informazioni, vedere il dossier completo di Who Profits sul treno A1). Durante la visita abbiamo documentato le aziende israeliane e internazionali note da tempo per il loro coinvolgimento nel progetto, come l’impresa Pizzarotti & C. e la Shapir Civil and Marine Engineering. Inoltre, abbiamo individuato anche nuove aziende internazionali che operano sul campo.

Consigli Comunali per i diritti dei palestinesi, contro le imprese che violano il diritto internazionale

Provincia di Bologna: Sasso Marconi vota contro la partecipazione di Pizzarotti & C. Spa alla realizzazione della TAV israeliana Tel Aviv-Gerusalemme che attraversa i Territori palestinesi occupati. Medicina si impegna a prendere misure per evitare rapporti con imprese che violano il diritto internazionale.

Mentre il governo israeliano prosegue imperterrito nella violazione del diritto internazionale, con l’annuncio del piano per la costruzione di altri 3000 alloggi in Cisgiordania, in risposta al riconoscimento dello Stato di Palestina come osservatore all’ONU, due consigli comunali italiani avviano azioni concrete per mettere di fronte alle proprie responsabilità le società che se ne rendono complici.

Il ministero dell'ambiente israeliano ordina il blocco dei lavori per la ferrovia

[Dal Jerusalem Post, il Ministero dell'ambiente israeliano blocca i lavori sulla TAV Gerusalemme - Tel Aviv. Non perché viola il diritto internazionale con la confisca di terre palestinesi, ma solo di notte perché il rumore disturba il sonno degli israeliani di Mevaseret.]

Ordine alle Ferrovie israeliane di fermare il lavoro notturno per la costruzione del treno ad alta velocità Gerusalemme - Tel Aviv a causa dei rumori

Il Ministero per la Protezione dell'Ambiente ha ordinato alle Ferrovie israeliane di fermare il lavoro notturno per la costruzione del treno ad alta velocità Gerusalemme - Tel Aviv nel tratto che passa vicino a Mevaseret Zion a causa dei rumore.

Pagine

Subscribe to RSS - Pizzarotti

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente