Resistenza popolare

CONTRO OGNI FORMA DI RAZZISMO E DI SFRUTTAMENTO

Sabato 16 febbraio 2019 la Milano solidale, antifascista e antirazzista scenderà in piazza contro il decreto Salvini e i CPR. Il Fronte Palestina aderisce al corteo portando avanti la sua lotta contro il sionismo, quindi contro fascismo e razzismo.

Ricordiamo che i Centri di Permanenza per i Rimpatri sono figli della famigerata Legge Minniti-Orlando del Partito Democratico in cui militano i vari Majorino e Fiano. Questi luoghi razzisti trovano il loro antecedente nei Centri di Permanenza Temporanea (CPT) della Legge Turco-Napolitano del 1998, in quegli anni il PD si chiamava Partito Democratico della Sinistra, ma si tratta sempre degli stessi razzisti. Luoghi che hanno subito negli anni una rivisitazione di tipo puramente terminologico, con la ridenominazione in Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE) con la Legge Bossi Fini nel 2002, prima di giungere all’attuale definizione, ma hanno sempre conservato la stessa struttura e funzione.

CONTRO L’AGGRESSIONE IMPERIALISTA, A FIANCO DEL POPOLO VENEZUELANO

Il Fronte Palestina nel proprio manifesto di fondazione dichiara il pieno sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, perché non vi può essere solidarietà al popolo palestinese che non passi anche per l'opposizione al neocolonialismo delle potenze atlantiche in Medio Oriente, Asia, Africa, Est Europa e America Latina.

SOLIDARIETÀ AD ABDULLAH OCALAN E AI PRIGIONIERI/E IN SCIOPERO DELLA FAME A OLTRANZA NELLE CARCERI TURCHE

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai prigionieri/e in sciopero della fame a oltranza nelle carceri turche per chiedere la fine dell'isolamento del presidente del PKK Abdullah Ocalan rinchiuso da 20 anni nell'isola carcere di Imrali.

Sono oltre 240 i detenuti in sciopero da decine di giorni, la deputata kurda Leyla Guven (ora agli arresti domiciliari) è con la vita appesa a un filo dopo aver superato 80 giorni di digiuno.

Comunicato di PalestinaRossa in solidarietà con il popolo venezuelano

Il Collettivo Palestina Rossa da diversi anni denuncia i crimini che i sionisti commettono nella Palestina occupata, ma anche nel resto del mondo, compreso i paesi dell’America Latina. Si schiera apertamente in difesa della liberazione dei popoli alle prese con lo sfruttamento imperialista, ovunque e comunque si declini.

Oggi vogliamo portare la nostra solidarietà al popolo venezuelano aggredito dall’esterno da forze imperialiste, colonialiste e sioniste con la complicità di reazionari fascisti e razzisti interni che non sono stati posti nell’impossibilità di agire contro gli interessi del popolo venezuelano.

Pagine

Subscribe to RSS - Resistenza popolare

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente