Technion

L’eccezionalità del male - da Antitesi n. 8

Dalla partecipazione israeliana a Esof 2020 al ruolo della ricerca scientifica

Quest’anno si terrà a Trieste Esof2020, “la più rilevante manifestazione europea focalizzata sul dibattito tra scienza, tecnologia, società e politica”. [1] Si tratta di un evento per molto atteso, dato il ruolo internazionale che i diversi centri di ricerca situati a Trieste ricoprono, fra i quali ricordiamo la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (Sissa), Istituto Nazionale di Oceonografia e di Geofisica Sperimentale (Inogs) e l’International Centre for Theoretical Physics (Ictp), a cui devono essere aggiunte le relazioni globali della locale università.

Consiglio Studenti Università di Torino appoggia il boicottaggio accademico di Israele

Comunicato stampa di Studenti contro il Technion

In data primo Marzo 2017 il Consiglio degli Studenti dell'Università degli Studi di Torino si è detto favorevole in netta maggioranza a una mozione (di seguito il testo) che sostiene il boicottaggio accademico d'Israele, chiedendo la revoca degli accordi tra UniTo e il Technion di Haifa.

Il Technion e un’impresa di armamenti tengono un hackathon di hasbara

Una università israeliana ha ospitato un hackathon di hasbara, che ha visto gli studenti riunirsi per creare nuovi modi per migliorare l'immagine di Israele e minare la campagna per il Boicottaggio, Disinvestimento, Sanzioni (BDS).

La manifestazione 'iHack', che si è tenuta presso l'Istituto Technion-Israel of Technology, è l'ultimo esempio di auto-reclutamento di studenti israeliani e istituti di istruzione superiore nella offensiva globale di Israele (attraverso il sistema, n.d.t.) delle pubbliche relazioni.

Decolla in Italia il boicottaggio accademico di Israele

Quasi 300 studiosi provenienti da 50 università italiane hanno firmato l’appello per il boicottaggio delle istituzioni accademiche israeliane fino a quando Israele non si conformerà al diritto internazionale. L’appello ha come obiettivo la fine dei legami tra le università italiane e il Technion, il politecnico israeliano con sede a Haifa.

Quasi 300 studiosi provenienti da 50 università italiane hanno firmato l’appello per il boicottaggio delle istituzioni accademiche israeliane fino a quando Israele non si conformerà al diritto internazionale. È la prima volta che un numero significativo di accademici italiani ha espresso pubblicamente il sostegno alla campagna di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS) sotto la guida dei palestinesi. L’iniziativa giunge pochi mesi dopo che il primo ministro Matteo Renzi si è scagliato contro il movimento BDS, definendo il boicottaggio "stupido e sterile" nel suo discorso al parlamento israeliano.

Pagine

Subscribe to RSS - Technion

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente